COLTELLI PROFESSIONALI  TIPOLOGIE

L’uso dei coltelli da cucina serve a tutte quelle attività di preparazione dei cibi che rientrano nelle normali abitudini quotidiane di ogni famiglia: tagliare, sminuzzare, affettare, dare una forma ai cibi, operazioni che con l’uso di un coltello di qualità si possono effettuare con precisione e in sicurezza.

La scelta del coltello da utilizzare varia a seconda del prodotto che si deve lavorare: ci sono coltelli che sono più versatili e si adattano a vari usi e coltelli invece che servono a funzioni specifiche. Sul mercato inoltre, ci sono varie  tipologie di coltelli in base ai materiali sia per quanto riguarda il manico che la lama e ovviamente vari sono i costi.

La scelta dei coltelli da acquistare quindi dipende dalle abitudini, dal gusto personale e da quanto si vuole spendere.  Vediamo pertanto di fare una piccola guida sulle varie tipologie dei principali coltelli professionali da cucina.

 

SET DI COLTELLI PROFESSIONALI INDISPENSABILI IN OGNI CUCINA

  • Il cosiddetto “Coltello da cuoco” o “Coltello francese” o “Coltello trinciante” è sicuramente l’elemento più importante in un set di coltelli. Il coltello ha una lama larga che si assottiglia verso l’alto, consentendo al coltello di oscillare avanti e indietro per una rapida macinatura o di ottenere un taglio preciso e netto. Ha una lunghezza che varia dai 15 ai 30 cm. E’ molto versatile viene utilizzato sia per tagliare grossi pezzi di carne che per tagliare le verdure. Ecco perché è l’elemento indispensabile in ogni collezione di coltelli da cucina, piccola o grande.
  • Lo Spelucchino, detto anche Coltello sbucciatore che è come un Coltello da Chef su scala ridotta, misura infatti dai 6 ai 10 cm di lunghezza. La sua lama semplice e affilata è ideale per lavori complessi come sbucciare frutta o verdura o per estrarre i gamberi o creare contorni.
  • Il Coltello seghettato detto anche coltello multiuso che ha una lunghezza da 10 a 18 centimetri un bordo smerlato per la massima flessibilità nel taglio. Funziona perfettamente per tagliare verdure morbide e dure, dai pomodori alla zucca.
  • Il Coltello da pane che viene utilizzato per tagliare pane e torte. Sono progettati in modo da consentire di tagliare il pane senza spingerlo verso il basso o schiacciarlo. Hanno una lunghezza che varia dai 15 ai 25 cm con le lame strette e seghettate con grandi denti inclinati in entrambe le direzioni, per permettere un taglio continuo avanti e indietro.

 

PRICIPALI COLTELLI PROFESSIONALI PER LA CARNE

  • Il Coltello da intaglio che sembra un Coltello da cuoco più sottile e allungato, con una lunghezza che varia dai 20 ai 38 cm. La sua lunghezza e il bordo molto affilato consentono un affettatura precisa e sottile della carne.
  • La Mannaia detta anche Mannarino è di solito il coltello più voluminoso e pesante in cucina. Ha una lama larga e rettangolare con un bordo smussato che consente tagli con colpi secchi di ossa e carni.
  • Il Coltello disossatore con una lunghezza che varia dai 12 ai 15 cm. E’ un coltello fino con una lama appuntita che serve a togliere le ossa e la pelle e parti grasse. Ci sono due varianti: una con  lame più rigide sono migliori per i tagli di manzo, le lame più flessibili sono più adatte per il pollo.
  • Il Coltello Santoku è una versione giapponese del Coltello da cuoco in stile occidentale. Santoku significa “tre virtù”, che sono affettare, tagliare a dadini e tritare. Talvolta i Santoku sono realizzati con un bordo cavo, che consente loro di tagliare carne e altri materiali appiccicosi più velocemente, con maggiore precisione e minima lacerazione.

 

Scopri l’ampia gamma di coltelli di qualità di primarie case del settore nel nostro shop!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

cancella il moduloMostra i commenti sul post